Array ( [hide_title] => 1 [hide_tagline] => 1 [logo] => [inline_logo_site_branding] => 1 [retina_logo] => [logo_width] => 420 [top_bar_width] => full [top_bar_inner_width] => contained [top_bar_alignment] => right [container_width] => 1470 [container_alignment] => boxes [header_layout_setting] => contained-header [header_inner_width] => contained [nav_alignment_setting] => left [header_alignment_setting] => left [nav_layout_setting] => fluid-nav [nav_inner_width] => contained [nav_position_setting] => nav-below-header [nav_drop_point] => [nav_dropdown_type] => hover [nav_dropdown_direction] => right [nav_search] => disable [content_layout_setting] => one-container [layout_setting] => no-sidebar [blog_layout_setting] => right-sidebar [single_layout_setting] => right-sidebar [post_content] => excerpt [footer_layout_setting] => fluid-footer [footer_inner_width] => contained [footer_widget_setting] => 1 [footer_bar_alignment] => right [back_to_top] => enable [background_color] => #009800 [text_color] => #3a3a3a [link_color] => #555555 [link_color_hover] => #000000 [link_color_visited] => [font_awesome_essentials] => 1 [icons] => font [combine_css] => 1 [dynamic_css_cache] => 1 [font_body] => Roboto [nav_is_fixed] => 1 [structure] => floats [header_text_color] => #3a3a3a [header_link_color] => #3a3a3a [navigation_background_color] => #222222 [navigation_text_color] => #ffffff [navigation_background_hover_color] => #3f3f3f [navigation_text_hover_color] => #ffffff [navigation_background_current_color] => #3f3f3f [navigation_text_current_color] => #ffffff [subnavigation_background_color] => #3f3f3f [subnavigation_text_color] => #ffffff [subnavigation_background_hover_color] => #4f4f4f [subnavigation_text_hover_color] => #ffffff [subnavigation_background_current_color] => #4f4f4f [subnavigation_text_current_color] => #ffffff [sidebar_widget_title_color] => #000000 [site_title_font_size] => 45 [mobile_site_title_font_size] => 30 [form_button_background_color] => #666666 [form_button_background_color_hover] => #3f3f3f [footer_background_color] => #222222 [footer_link_hover_color] => #606060 [entry_meta_link_color] => #595959 [entry_meta_link_color_hover] => #1e73be [blog_post_title_color] => [blog_post_title_hover_color] => [heading_1_font_size] => 40 [mobile_heading_1_font_size] => 30 [heading_1_weight] => 300 [heading_2_font_size] => 30 [mobile_heading_2_font_size] => 25 [heading_2_weight] => 300 [heading_3_font_size] => 20 [mobile_heading_3_font_size] => [heading_4_font_size] => [mobile_heading_4_font_size] => [heading_5_font_size] => [mobile_heading_5_font_size] => [font_heading_1] => Lato [font_heading_2] => Lato [font_heading_3] => Lato )

CBD 101: spiegate le proprietà antinfiammatorie del CBD

Il CBD sta diventando molto popolare grazie alle sue numerose proprietà terapeutiche e alla natura non inebriante. Oltre alle sue proprietà antiossidanti, antibiotiche, neuroprotettive, ansiolitiche e anticonvulsivanti, il CBD ha anche un'elevata attività antinfiammatoria.

Gregor Zorn spiega perché questo lo rende incredibilmente utile, poiché l'infiammazione è presente in un'ampia varietà di condizioni mediche diverse.

Che cos'è l'infiammazione?

L'infiammazione è un importante meccanismo del sistema immunitario, che protegge il nostro corpo e aumenta la guarigione. Possiamo dividere l'infiammazione in acuta e cronica.

L'infiammazione acuta è benefica: la sua insorgenza è rapida e dura solo per un breve periodo di tempo. Funziona per isolare l'area danneggiata, per mobilitare cellule e molecole protettive nel sito danneggiato e per promuovere la rimozione dei tessuti danneggiati.

Se l'infiammazione acuta persiste per un periodo di tempo più lungo, si parla di infiammazione cronica. Può anche essere causato da agenti patogeni non degradabili, infezioni virali, corpi estranei persistenti o una reazione autoimmune. L'infiammazione cronica può durare mesi o addirittura anni, causando danni alle cellule e distruzione dei tessuti.

Infiammazione cronica e malattie

Ci sono prove crescenti che l'infiammazione cronica può anche causare molte malattie croniche, come l'obesità, il diabete, la malattia infiammatoria intestinale, il morbo di Parkinson, il morbo di Alzheimer e la schizofrenia.

Si stima inoltre che circa il 15-20% di tutti i casi di cancro sia preceduto da infiammazione cronica, compresi i tumori del polmone, del colon e del pancreas. Diventa molto chiaro che ridurre o prevenire l'infiammazione cronica è qualcosa che la maggior parte di noi dovrebbe fare attivamente.

I meccanismi antinfiammatori del CBD

Il CBD può interagire con un'ampia varietà di bersagli molecolari nel nostro corpo. Il suo effetto antinfiammatorio è mediato dall'interazione con diversi recettori (cannabinoidi, adenosina, GPR55), canali ionici (TRPV1) ed enzimi (lipossigenasi, cicloossigenasi-2).

Il CBD interagisce direttamente con cellule immunitarie specifiche, sopprimendo la produzione di composti proinfiammatori e aumentando i livelli di composti antinfiammatori. Questi effetti, insieme ai suoi altri effetti terapeutici, rendono il CBD un composto molto efficace nei processi infiammatori.

Altri fitocannabinoidi antinfiammatori

Il CBD non è l'unico costituente della cannabis ad avere effetti antinfiammatori. Altri fitocannabinoidi, come il THC, il cannabinolo, i loro precursori acidi, l'acido tetraidrocannabinolico e l'acido cannabidiolico, nonché i terpeni (D-limonene, β-cariofillene, α-pinene) hanno tutti mostrato attività antinfiammatoria.

Un'osservazione interessante è che quando questi composti vengono presi insieme, come estratti di piante intere, potenziano gli effetti terapeutici dei singoli composti, rendendoli più efficaci e necessitando di dosi più basse per ottenere gli stessi effetti.

Il verdetto

Gli studi, così come le esperienze dei consumatori, stanno dimostrando i benefici effetti terapeutici che il CBD può avere. Poiché l'infiammazione è presente nella nostra vita quotidiana, è una buona idea aggiungere CBD e altri composti antinfiammatori al nostro regime quotidiano, come misura preventiva o come terapia più mirata.

Colpo alla testa di Gregor Zorn per The CANNAVIST

Circa l'autore

Gregor Zorn è consulente, educatore e ricercatore per la cannabis medica. La sua principale area di interesse è l'implementazione pratica delle terapie fitocannabinoidi per specifiche condizioni mediche. È un relatore internazionale specializzato nell'insegnamento a professionisti medici, pazienti e studenti, di tutti gli aspetti dei cannabinoidi e del loro ruolo importante nella salute e nella malattia

È il co-fondatore della European Cannabinoid Therapy Association (ECTA) e uno dei docenti del primo corso di formazione post-laurea sulla cannabis medicinale europea, presso la Facoltà di Medicina dell'Università di Padova in Italia. È docente presso la Masterclass Medicinal Cannabis, membro dell'International Association for Cannabinoid Medicines (IACM) e membro fondatore, autore e consulente scientifico di Zbudimo.se .

Questo articolo è stato originariamente scritto da Gregor Zorn nel 2019 per la quarta edizione cartacea di The CANNAVIST.

Lascia un commento