Array ( [hide_title] => 1 [hide_tagline] => 1 [logo] => [inline_logo_site_branding] => 1 [retina_logo] => [logo_width] => 420 [top_bar_width] => full [top_bar_inner_width] => contained [top_bar_alignment] => right [container_width] => 1470 [container_alignment] => boxes [header_layout_setting] => contained-header [header_inner_width] => contained [nav_alignment_setting] => left [header_alignment_setting] => left [nav_layout_setting] => fluid-nav [nav_inner_width] => contained [nav_position_setting] => nav-below-header [nav_drop_point] => [nav_dropdown_type] => hover [nav_dropdown_direction] => right [nav_search] => disable [content_layout_setting] => one-container [layout_setting] => no-sidebar [blog_layout_setting] => right-sidebar [single_layout_setting] => right-sidebar [post_content] => excerpt [footer_layout_setting] => fluid-footer [footer_inner_width] => contained [footer_widget_setting] => 1 [footer_bar_alignment] => right [back_to_top] => enable [background_color] => #009800 [text_color] => #3a3a3a [link_color] => #555555 [link_color_hover] => #000000 [link_color_visited] => [font_awesome_essentials] => 1 [icons] => font [combine_css] => 1 [dynamic_css_cache] => 1 [font_body] => Roboto [nav_is_fixed] => 1 [structure] => floats [header_text_color] => #3a3a3a [header_link_color] => #3a3a3a [navigation_background_color] => #222222 [navigation_text_color] => #ffffff [navigation_background_hover_color] => #3f3f3f [navigation_text_hover_color] => #ffffff [navigation_background_current_color] => #3f3f3f [navigation_text_current_color] => #ffffff [subnavigation_background_color] => #3f3f3f [subnavigation_text_color] => #ffffff [subnavigation_background_hover_color] => #4f4f4f [subnavigation_text_hover_color] => #ffffff [subnavigation_background_current_color] => #4f4f4f [subnavigation_text_current_color] => #ffffff [sidebar_widget_title_color] => #000000 [site_title_font_size] => 45 [mobile_site_title_font_size] => 30 [form_button_background_color] => #666666 [form_button_background_color_hover] => #3f3f3f [footer_background_color] => #222222 [footer_link_hover_color] => #606060 [entry_meta_link_color] => #595959 [entry_meta_link_color_hover] => #1e73be [blog_post_title_color] => [blog_post_title_hover_color] => [heading_1_font_size] => 40 [mobile_heading_1_font_size] => 30 [heading_1_weight] => 300 [heading_2_font_size] => 30 [mobile_heading_2_font_size] => 25 [heading_2_weight] => 300 [heading_3_font_size] => 20 [mobile_heading_3_font_size] => [heading_4_font_size] => [mobile_heading_4_font_size] => [heading_5_font_size] => [mobile_heading_5_font_size] => [font_heading_1] => Lato [font_heading_2] => Lato [font_heading_3] => Lato )

Cannabis legale: quale sarà il prezzo nel futuro?

Il costo della cannabis è sempre stato soggetto a variazioni nel tempo, dovute a diversi fattori. Agli albori i fiori venivano all’inizio pressati tantissimo in mattoni, ed il fiore stesso era di bassa qualità e pieno di semi: nonostante questo, la diffusione del prodotto c’è stata comunque per via della convenienza della coltura che pur risultando illegale, è pur sempre più semplice da gestire di altre.

Il prezzo della cannabis è quindi aumentato con lo sviluppo di metodi di coltivazione più raffinati, come le colture indoor in idroponica, ed in questo caso all’aumento del prezzo è corrisposto anche un aumento della percentuale di un principio attivo, il THC o tetraidrocannabinolo.

Nel momento in cui cambierà il mercato legalizzando le colture, è lecito aspettarsi che il costo della cannabis rimanga invariato, una volta rimosso il problema della legge?

Il prezzo della cannabis, legale o illegale, è legato alla tecnologia

Come già detto è lecito aspettarsi una variazione del prezzo, anche se questa sarà probabilmente legata al prezzo all’ingrosso. Perché? Lo spieghiamo subito: il costo di una coltura è legato alle tecnologie produttive utilizzate e la cannabis legale può essere prodotta più efficientemente e senza bisogno di nascondersi. Tuttavia, l’impatto sul prezzo finale al consumatore sarà probabilmente mediato da una serie di accise, ricarichi e costi aggiuntivi determinati dai controlli qualità (assenti nel mercato illegale) quindi se pure il prezzo al quintale potrà diminuire, l’impatto sul prezzo al consumatore sarà ridotto.

Il tempo è un fattore fondamentale

Circa il prezzo della cannabis legale, ovviamente molto si gioca anche sul fattore tempo. Lo status di legalità non è orizzontale per più paese, ed ogni nazione ha le sue particolarità quando depenalizza o liberalizza una sostanza fino a poco fa considerata illegale. Quindi ad una riduzione dei rischi sulle colture si sommano anche le circostanze specifiche dello stato che legalizza.

Nessuna differenza fra Cannabis Light al CBD e Cannabis al THC

Non è probabile che ci saranno differenze nel prezzo fra cannabis al CBD e cannabis al THC: questo perché i costi di produzione, le rese e le specificità sono le medesime, nel momento in cui all’interno di una nazione entrambe sono legali. Ogni consumatore potrà quindi scegliere la varietà che preferisce in un mondo ideale, senza doversi rifugiare nel mercato nero dove si può recuperare ogni sorta di schifezza senza alcun controllo reale sulla qualità del prodotto finito.

Lascia un commento