Array ( [hide_title] => 1 [hide_tagline] => 1 [logo] => [inline_logo_site_branding] => 1 [retina_logo] => [logo_width] => 420 [top_bar_width] => full [top_bar_inner_width] => contained [top_bar_alignment] => right [container_width] => 1470 [container_alignment] => boxes [header_layout_setting] => contained-header [header_inner_width] => contained [nav_alignment_setting] => left [header_alignment_setting] => left [nav_layout_setting] => fluid-nav [nav_inner_width] => contained [nav_position_setting] => nav-below-header [nav_drop_point] => [nav_dropdown_type] => hover [nav_dropdown_direction] => right [nav_search] => disable [content_layout_setting] => one-container [layout_setting] => no-sidebar [blog_layout_setting] => right-sidebar [single_layout_setting] => right-sidebar [post_content] => excerpt [footer_layout_setting] => fluid-footer [footer_inner_width] => contained [footer_widget_setting] => 1 [footer_bar_alignment] => right [back_to_top] => enable [background_color] => #009800 [text_color] => #3a3a3a [link_color] => #555555 [link_color_hover] => #000000 [link_color_visited] => [font_awesome_essentials] => 1 [icons] => font [combine_css] => 1 [dynamic_css_cache] => 1 [font_body] => Roboto [nav_is_fixed] => 1 [structure] => floats [header_text_color] => #3a3a3a [header_link_color] => #3a3a3a [navigation_background_color] => #222222 [navigation_text_color] => #ffffff [navigation_background_hover_color] => #3f3f3f [navigation_text_hover_color] => #ffffff [navigation_background_current_color] => #3f3f3f [navigation_text_current_color] => #ffffff [subnavigation_background_color] => #3f3f3f [subnavigation_text_color] => #ffffff [subnavigation_background_hover_color] => #4f4f4f [subnavigation_text_hover_color] => #ffffff [subnavigation_background_current_color] => #4f4f4f [subnavigation_text_current_color] => #ffffff [sidebar_widget_title_color] => #000000 [site_title_font_size] => 45 [mobile_site_title_font_size] => 30 [form_button_background_color] => #666666 [form_button_background_color_hover] => #3f3f3f [footer_background_color] => #222222 [footer_link_hover_color] => #606060 [entry_meta_link_color] => #595959 [entry_meta_link_color_hover] => #1e73be [blog_post_title_color] => [blog_post_title_hover_color] => [heading_1_font_size] => 40 [mobile_heading_1_font_size] => 30 [heading_1_weight] => 300 [heading_2_font_size] => 30 [mobile_heading_2_font_size] => 25 [heading_2_weight] => 300 [heading_3_font_size] => 20 [mobile_heading_3_font_size] => [heading_4_font_size] => [mobile_heading_4_font_size] => [heading_5_font_size] => [mobile_heading_5_font_size] => [font_heading_1] => Lato [font_heading_2] => Lato [font_heading_3] => Lato )

Legalizzazione cannabis ricreativa in Macedonia del Nord

La Macedonia del Nord sta valutando la legalizzazione della cannabis ricreativa per l’anno prossimo,  lo ha fatto sapere il 21 dicembre del anno ramai passato il primo ministro Zoran Zaev, aggiungendo che è previsto anche un allentamento delle restrizioni sull’esportazione di cannabis ad uso medico.

Lo Stato balcanico ha dato il via ai dibattiti pubblici su depenalizzazione e legalizzazione nel 2021. “Ascolteremo la voce dei cittadini e poi il Parlamento agirà di conseguenza”. “Non è giusto che qualcuno che ha usato mezzo grammo di cannabis per uso personale vada in prigione, in un’epoca in cui in tutto il mondo questa pianta sta diventando legale sia per scopi medici che economici”.

La coltivazione di cannabis sativa per uso medico è legale in Macedonia del Nord dal 2016, ma la legislazione consente solo l’esportazione di  oli, estratti e tinture. Zaev ha fatto sapere che spera che il Parlamento approvi le proposte entro la fine dell’anno per l’esportazione delle inflorescenze di cannabis, che forma la parte più imponente della domanda di mercato. Solo questo “dovrebbe portare entrate annue di 250 milioni di euro e posti di lavoro ben retribuiti”, ha aggiunto il primo ministro.

Verrà inoltre allargato l’elenco delle patologie e dei disturbi che possono essere trattati con prodotti a base di cannabis.

Per quanto riguarda l’uso ricreativo, il governo dovrà affrontare molto probabilmente un duro confronto con i politici dell’opposizione e delle ONG, molte delle quali hanno timore che le aziende alleate del governo possano monopolizzare il mercato. In questi ultimi mesi sono venuti alla luce anche altri problemi riguardanti la sicurezza dei siti in coltivazione. Più di due tonnellate di cannabis sono state rubate dadue distinti impianti di produzione, con appena poche centinaia di chilogrammi intercettati dalla polizia vicino la capitale Skopje.

Nonostante la cannabis si stia sempre più depenalizzando in Europa, ed anche in Italia sembra stia cambiando qualcosa sulla cannabis, almeno per l’opinione pubblica, la sua vendita a scopi ricreativi è ancora vietata in gran parte del territorio. La cannabis è tuttavia la droga ricreativa più popolare del continente, con incassi pari a circa 11,6 miliardi di euro solo nello scorso anno, secondo la stima realizzata  dall’agenzia di polizia europea Europol.

Lascia un commento